Pubblicazioni

I Diritti…in cammino

Foto Marziale

Anche quest’anno l’Istituto Comprensivo 3 di Corigliano Rossano ha inteso celebrare, il 20 Novembre 2020,la giornata internazionale dedicata ai diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza partendo dalla considerazione che se tutti i bambini del mondo, oggi, possono esercitare i propri diritti, a prescindere da qualsiasi differenza “di sesso, di razza, di lingua, di religione, di condizioni personali e sociali” , è grazie alla Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza ,approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989, e ratificata dall’Italia il 27 maggio 1991 con la legge n. 176. Con grande entusiasmo i docenti dei diversi ordini scolastici, Prof.sse Santoro Rosa , Ruffo Rosalia (scuola Media), Ins. Fusco, Morelli, Brunetti, Alfieri (scuola Primaria) hanno inteso partecipare all’iniziativa con una rappresentanza di alunni delle proprie classi, proponendo attività diversificate attraverso un percorso interdisciplinare che ha coinvolto gli allievi in performances artistiche, multimediali, in percorsi storico - sociali , culturali e civici facendo riferimento , in primis, al diritto di “Conoscere la Convenzione dei diritti dell’Infanzia e dell’adolescenza” perché ogni bambino o adolescente di età inferiore ai 18 anni sia consapevole della tutela dei suoi diritti.
La presenza e la partecipazione alla videoconferenza in Dad, con una rappresentanza degli alunni delle classi quarte e quinte primaria e delle classi prime della scuola media , del Dott. Antonio Marziale,  Fondatore e Presidente dell’Osservatorio sui Diritti dei Minori, già Garante per l’Infanzia e l’adolescenza della Regione Calabria, ha dato grande valore a questa giornata in quanto ha consentito ad alunni e Docenti di approfondire, attraverso l’ascolto e il dialogo con l’emerito interlocutore, alcuni aspetti salienti relativi alla vita dei bambini e alle situazioni nelle quali molti di questi diritti non vengono rispettati.

In merito alla situazione emergenziale, il dott. Marziale ha sottolineato l’importanza del diritto all’istruzione, per molti versi disatteso in questo periodo di pandemia in quanto mancano gli strumenti indispensabili alle famiglie per garantire la frequenza , anche se solo in smart working. Ha posto l’accento sui diritti dei bambini a frequentare la scuola, sul diritto alla “lentezza”, ad essere ascoltati, sul diritto di veder riconosciute le proprie fragilità, sul diritto di esprimere le proprie potenzialità , sul diritto di difendersi , sul diritto alla pricacy e infine sul dovere dei genitori di insegnare ciò che è giusto e ciò che è sbagliato anche attraverso i NO. Ha ribadito che si ha un estremo bisogno di regole, che ad ogni diritto corrisponde un preciso dovere e soprattutto che i bambini devono essere “palestrati” a riconoscerli.
La Dirigente scolastica , dott.ssa Elena Gabriella Salvati, nel ringraziare il dott. Marziale per aver onorato il nostro Istituto con la sua preziosa presenza e aver consentito un dialogo proficuo e produttivo con genitori , docenti e alunni presenti, ha ribadito che il rapporto scuola- vita si instaura nel rispetto del gioco dei ruoli, nel patto tra scuola, famiglia e società e che la scuola deve aver cura degli studenti , gli adulti di domani , puntando sul rispetto e la tutela dei diritti e delle pari opportunità, cosi da consegnare alla futura società uomini e donne che si riconoscono tali e sanno riconoscersi nei propri simili. I CARE, io mi prendo cura, come sostiene la Dirigente del Comprensivo 3 , deve diventare il filone empatico che abbraccia tutte le parti sociali nella costruzione identitaria dei nostri ragazzi, per crescere e costruire una società migliore.

Titti Fusco

Link all'articolo: https://www.rossanocalabro.it/index.php/att/19183-i-diritti-in-cammino

 

gazzetta 1

gazzetta del sud

PRONTI. PARTENZA. VIA…DAD all’I.C. III di Rossano

C:UsersIlariaDesktop79633950-ef063f00-8167-11ea-930e-eb4530aa08de.png

PRONTI. Lo scorso anno l’I.C. III di Rossano è stato uno dei primi istituti a promuovere e attivare, sin dal mese di marzo 2020, la didattica a distanza in tutte le classi a partire dalla prima della scuola primaria, attraverso la piattaforma G Suite for Education, consigliata dal Miur.  Anche la scuola dell’infanzia, attraverso diversi canali comunicativi, è riuscita a raggiungere i suoi alunni lavorando in DaD, nonostante le difficoltà oggettive dovute alla tenera età dei piccoli allievi, così ristabilendo il contatto improvvisamente interrotto a causa dell’emergenza sanitaria, PARTENZA. Alla fine del mese di ottobre, diffusa la notizia, prontamente smentita, di una probabile chiusura di tutte le scuole, il collegio dei docenti dell’I.C. III si è riunito per approvare il regolamento della DDI/DAD. VIA. Così, il DPCM del 3 novembre 2020 non ha colto impreparato il D.S., prof.ssa Elena Gabriella Salvati, che immediatamente ha reso operative le decisioni del collegio attivando la DaD nelle classi seconde e terze della scuola secondaria di primo grado, sin dal giorno successivo all’entrata in vigore del decreto, al fine di garantire il rispetto dell’art. 34 della nostra Costituzione. La successiva ordinanza del sindaco n. 190 del 12-11-2020, che ha sospeso le attività didattiche in tutte le scuole di ogni ordine e grado, ha implementato l’azione, sollecitando l’avvio della Dad  in tutte le classi, a partire dalla Scuola dell’Infanzia. L’I.C. III ha prontamente risposto all’invito e, tra venerdì e sabato, tutte le classi coinvolte dall’obbligo scolastico hanno iniziato il nuovo percorso alternativo. Nella scuola primaria e secondaria le lezioni procedono  seguendo  l’orario settimanale, assicurando quota oraria proporzionale a tutte le discipline, nel rispetto delle Linee guida emanate dal Ministero.

     Una breve intervista agli alunni della scuola primaria ha permesso di registrare un innalzamento dell’indice di gradimento della DaD con la nuova modalità (scansione oraria e presenza di tutte le discipline). I piccoli allievi sono entusiasti, si sentono più impegnati, più partecipi, più responsabili in un ambiente più simile a quello scolastico (assenza dei genitori, contatto visivo e audio costante, come in classe). Gli alunni e tutti i docenti di ogni ordine e grado auspicano un RIENTRO A SCUOLA AL PIU’ PRESTO, MA IN PIENA SICUREZZA (non appena lo permetterà la curva epidemiologica).

      Il D.S. orgoglioso dell’impegno e dello spirito di collaborazione profuso da tutti i docenti in questa nuova situazione di emergenza, si unisce all’appello dei suoi studenti, ringraziando i genitori per la partecipazione attiva, cardine della salda alleanza fondamentale per la buona riuscita del successo formativo.  

Ina Serio

Pagina 1 di 31

Inizio pagina